Loader Image
Cos’è il Daspo? Facciamo chiarezza

Cos’è il Daspo? Facciamo chiarezza

Il Daspo è misura discrezionale con finalità preventiva, che deve essere adottata per la necessità di tutelare l’ordine e la sicurezza pubblica se ed in quanto la condotta tenuta sia stata in concreto idonea a porre in pericolo i citati valori.

In tale ottica, è necessario che tali rischi siano adeguatamente evidenziati nel provvedimento applicativo.

Non è, quindi, sufficiente la mera denuncia per la violazione della norma penale ma è richiesta una valutazione della pericolosità che deve risultare dal provvedimento medesimo, il che importa che non possa sussistere alcun automatismo tra la denuncia penale e l’emissione del D.A.SPO., dovendosi valutare se il comportamento tenuto in concreto possa essere sintomatico, ai fini di polizia, di una specifica pericolosità tale da giustificare, oltre alla denuncia penale, anche l’ulteriore misura di prevenzione.

Il DASPO può essere irrogata, ai sensi dell’art. 6 della L. n. 401/1989, nei confronti di: soggetti denunciati per aver preso parte attiva a episodi di violenza su persone o cose, o che abbiano incitato, inneggiato o indotto alla violenza, in occasione o a causa di manifestazioni sportive; di soggetti che, nelle medesime circostanze, singolarmente o in gruppo, abbiano tenuto una condotta evidentemente finalizzata alla partecipazione attiva a episodi di violenza, di minaccia o di intimidazione, tali da porre in pericolo la sicurezza pubblica o da creare turbative per l’ordine pubblico e di soggetti denunciati o condannati per alcune tipologie di reato (T.A.R. Sicilia Catania Sez. IV, 30/03/2020, n. 748).